Napoli, gita fuori porta: le 5 mete da visitare

Non solo Napoli, la Campania è tutta da esplorare: scopri le gite fuori porta più emozionanti tra escursioni, siti archeologici e panorami.

La Campania è una regione d’Italia che brilla per la sua ricchezza in termini di bellezza storica, artistica e paesaggistica. È una terra che incanta e cattura il cuore dei visitatori, offrendo una varietà di esperienze straordinarie che meritano di essere esplorate.

gita napoli
Questi luoghi sono perfetti per una gita fuori porta a Napoli – NapoliNews.it

Dal punto di vista architettonico, la Campania vanta una miriade di gioielli. Napoli stessa è una città straordinaria, con le sue strade vissute e caratteristiche, che conducono a magnifiche chiese e palazzi barocchi. Il Palazzo Reale di Napoli, ad esempio, è l’emblema del potere reale che visse la città fino al 1800.

L’arte è altrettanto presente in Campania, con musei che ospitano importanti collezioni di arte romana e dell’antichità egizia. Un vero gioiello senza tempo, incorniciato da luoghi incantevoli anche dal punto di vista paesaggistico: le splendide Coste di Sorrento e Amalfi con le tante abitazioni incastonate nella roccia, ma anche il Vesuvio, vulcano che ha plasmato la storia di questa regione.

Ci sono, quindi, un’infinità di altri posti da poter esplorare in Campania andando oltre la storia intramontabile di Napoli: ecco le migliori gite fuori porta adatte a tutti quelli che vogliono andare oltre il capoluogo partenopeo.

Visitare Napoli: ecco le migliori 5 gite fuori porta

La storia è palpabile in ogni angolo della regione, cominciando dall’iconica Pompei, antica città sepolta sotto le ceneri del Vesuvio, passando per l‘isola d’Ischia, capitale italiana della cultura 2022. Anche nelle zone più defilate come la Reggia di Caserta e Guardia Sanframondi con la sua cultura enogastronomica sono luoghi da non perdere. Vediamoli tutti.

gita napoli
Cosa vedere oltre Napoli in Campania? Le mete più belle – NapoliNews.it

Cominciando da Pompei, parliamo di una città che conserva un ricordo epocale della vita romana nell’antichità, un tesoro archeologico inestimabile che continua fino a Ercolano e Oplontis, altre città sepolte da quella terribile eruzione. Spostandoci verso il territorio Insulare, troviamo un posto iconico e molto apprezzato anche dai napoletani per la villeggiatura: Ischia. Grazie alla sua bellezza con un tripudio di colori e la sua importanza storica con il Palazzo d’Avalos, Procida si è guadagnata il titolo di Capitale italiana della cultura 2022.

Allontanandoci dalla provincia di Napoli c’è Caserta, famosissima per l’omonima Reggia, ma non solo. L’immenso Palazzo Reale in cui visse la famiglia della dinastia Borbone di Napoli è un’opera d’arte architettonica e paesaggistica di inestimabile valore storico. Per visitare la Reggia di Caserta si ha l’impressione che non basti un giorno intero: 1200 stanze disposte su ben 47mila metri quadrati di edificio, ai quali va aggiunto il metraggio di un giardino infinito e anche gli edifici annessi. L’Acquedotto Carolino e il Complesso di San Leucio sono infatti progetti dello stesso architetto della Reggia di Caserta, Luigi Vanvitelli.

Per gli appassionati della tradizione enologica, a Nord di Napoli si incontrano una serie di borghi che hanno fatto dei prodotti vinicoli il loro pane quotidiano. Raggiungendo Guardia Sanframondi, dove ha origine la tipica Falanghina, vino bianco del territorio che ha contribuito al riconoscimento del Sannio come Città europea del Vino 2019.

Impostazioni privacy